Punti di forza della vendita multicanale: Marketplace Amazon ed eBay

Scopri di più sui marketplace Amazon ed eBay e su come iniziare la tua strategia online vincente


Oggigiorno i grandi marketplace rappresentano un punto di riferimento per moltissimi utenti per gli acquisti online. Di fatto possono essere considerati i centri commerciali virtuali dell’era contemporanea, all’interno dei quali gli utenti acquistano svariate tipologie di prodotti.
Lato azienda, i marketplace sono delle piattaforme per vendere i propri prodotti senza avvalersi necessariamente di un sito personale, l’azienda quindi può affiancare il suo nome ed i suoi prodotti alla credibilità data dal marketplace di riferimento. Ma non solo. Essendo già frequentati da milioni di utenti, è possibile sfruttare al massimo la visibilità ed il traffico dati da questi canali. Spesso moltissimi merchant si domandano se sia opportuno aprire un sito eCommerce personale piuttosto che iniziare la vendita all’interno di questi canali. A tal proposito infatti è doveroso ricordare che il sito eCommerce e la vendita all’interno dei marketplace sono due strumenti completamente differenti a livello di condizioni e logiche di vendita, non possono assolutamente considerarsi uno il sostituto dell’altro, ma semmai sistemi tra loro complementari. I marketplace aiutano molto per aumentare i volumi di vendita; è importante ricordare come tali canali sono quotidianamente trafficati da milioni di utenti che ricercano prodotti di tutte le tipologie merceologiche. Sicuramente la presenza all’interno di un marketplace potrebbe essere utilizzata come punto di partenza per sviluppare la propria presenza online, per raggiungere nuovi clienti e nuovi mercati sfruttando al massimo il traffico dato dal marketplace. Ma vediamo più nel dettaglio cosa sono e come si sono sviluppati i due più grandi marketplace presenti nel panorama mondiale.
Amazon, fondata nel 1994 da Jeff Bezos, è considerato il più grande sito di commercio elettronico, infatti, oltre a vendere direttamente, consente a venditori terzi di operare e mettere in vendita in prodotti all’interno del suo negozio seguendo precise condizioni.
Ebay invece nasce come sito per la vendita e aste online nel 1995; in Italia arriva solamente nel 2001 a seguito della fusione con PayPal, sistema per i pagamenti online. eBay offre ai propri utenti la possibilità di vendere e comprare oggetti sia nuovi sia usati, include anche le vendite a prezzo fisso e a prezzo dinamico, comunemente definite come aste online.
Questi due colossi che si distinguono per traffico e notorietà possono rappresentare dei veri e propri trampolini di lancio per tutti i merchant che desiderano avviare una strategia di vendita online.
Vediamo più nel dettaglio come trarre tutti i benefici dalla vendita nei rispettivi canali.

Amazon

Per poter attivare la vendita all’interno di Amazon è necessario essere in possesso di un account venditore attivo. Inoltre è necessario sottoscrivere un piano d’abbonamento per attivare la vendita. Per tutti i clienti Storeden c’è la possibilità di sincronizzare tutto il catalogo, caricato in Storeden, all’interno di Amazon in maniera semplice e veloce. In particolare è possibile decidere quali prodotti pubblicare in Amazon, definire tempi di elaborazione ed eventuali variazioni di prezzo. Tutto ciò può essere gestito molto velocemente dal proprio account Storeden. Inoltre, questo sistema di sincronizzazione consente una gestione centralizzata dei prodotti, degli ordini: una volta configurato il tutto non sarà più necessario entrare nel pannello di Amazon poichè qualsiasi cosa sarà sincronizzata e gestita dal vostro pannello di gestione Storeden. Il sistema multicanale offerto da Storeden permette di avere le giacenze, i prezzi e tutte le informazioni aggiornati in tempo reale. Non dovrete preoccuparvi di gestire manualmente e direttamente le quantità poichè il sistema lo farà per voi. Potrete dedicarvi in totale serenità alle vendite, senza dovervi occupare direttamente della gestione.  

5 punti di forza della sincronizzazione con Amazon  
  • Sincronizzazione automatica: nulla viene gestito manualmente
  • Quantità e prezzi sono sempre aggiornati in real time
  • Gestione ordini centralizzata dal pannello Storeden
  • Gestione spedizioni e resi tramite i sistemi di logistica utilizzati per il proprio eCommerce
  • Maggiori vendite determinate dalla popolarità e dal traffico del canale Amazon.
Puoi vendere i tuoi prodotti in tutta Europa con un solo account Amazon


Ebay

Storeden ha sviluppato anche un sistema di sincronizzazione del proprio catalogo all’interno di eBay. Grazie a pochi e semplici passaggi di configurazione è possibile iniziare a vendere online ancora prima di aver configurato il proprio sito eCommerce. Tramite un pannello di configurazioni, è possibile personalizzare la struttura della propria inserzione, modificando direttamente il template, il numero di foto prodotto da visualizzare, la descrizione, la categoria all’interno della quale pubblicare il prodotto. Il punto di forza di questa sincronizzazione è sicuramente legato al fatto che tutto il catalogo, i prezzi, gli ordini sono sincronizzati in tempo reale, puoi gestire gli ordini sino alla loro completa evasione direttamente dalla plancia Storeden. In aggiunta a ciò se hai creato il negozio ebay, è possibile collegare i prodotti del tuo catalogo Storeden all’interno del tuo negozio eBay pubblicando i prodotti nelle rispettive categorie di pertinenza. Storeden permette di sincronizzare il proprio catalogo all’interno di più di 20 eBay sites con relative valute, spedizioni, proposte d’acquisto. Tutta l’infrastruttura è realizzata con l’obiettivo di far aumentare le tue vendite gestendo il tutto in maniera semplice e veloce. 

Il nostro suggerimento

Per una strategia vincente e per ottenere maggiori feedback e vendite consigliamo di affiancare alla creazione del proprio eCommerce anche la vendita all’interno dei marketplace. Permette infatti fin da subito di far conoscere i vostri prodotti tramite sistemi molto trafficati e nnei quali milioni di utenti giornalmente acquistano, si informano, confrontano e cercano i prodotti che desiderano acquistare.