Storeden e la gestione dei carrelli abbandonati

La questione dei carrelli abbandonati è da sempre un punto focale nella strategia di ogni store online.


La questione dei carrelli abbandonati è da sempre un punto focale nella strategia di ogni store online. Molti sono gli utenti che entrano nel tuo sito, osservano i prodotti, li aggiungono al carrello e poi non portano a termine l’acquisto. Le ragioni dietro tale comportamenti possono essere molteplici e non sempre collegate alla gestione diretta del tuo store online. In questo articolo analizzeremo quindi le possibili motivazioni che spingono il tuo cliente ad abbandonare il carrello ed anche le strategie e gli strumenti da applicare per evitare che ciò accada di frequente.

Cause di abbandono

Le principali cause di abbandono spesso sono direttamente collegate alle spese accessorie e aggiuntive che vengono applicate in fase di checkout, ad esempio spese di spedizione, spese di pagamento in contrassegno e/o altre spese collegate al prodotto. Le spese inaspettate infatti sono dei veri e propri segnali d’allarme nell’acquisto online. Se non vengono specificate sufficientemente nel sito o nella scheda del prodotto, il cliente non è consapevole al 100% del costo totale derivante dall’acquisto. Riscontrare quindi spese inattese nel checkout non è affatto un ottimo segnale nella mente del consumatore che è proiettato ad una determinata somma finale. Statisticamente gli utenti risultano essere più propensi all’acquisto se ad esempio la spedizione è completamente gratuita oppure è gratuita sopra ad un certo ammontare di spesa. Ciò non significa che sia necessario proporre sempre le spese di spedizione gratuite, la cosa fondamentale è la comunicazione e la trasparenza totale verso il cliente.
Un altro punto cruciale nella gestione online è sicuramente legato alle condizioni di vendita e di reso. Fondamentale infatti per ciascun utente è la conoscenza della politica di reso, recesso nel caso in cui il prodotto acquistato non è conforme alle proprie aspettative. Se le condizioni di reso, i costi legati a tali operazioni sono poco chiare o addirittura assenti è molto facile che il cliente non concluda l’acquisto in quanto non ha tutte le informazioni a sua disposizione per fare un'analisi ben ponderata.
Infine, non da meno, ciò che incide in buona parte nell’abbandono dei carrelli è spesso legato all’usabilità del portale eCommerce. Il checkout in particolar modo deve essere semplice ed immediato, senza troppi step, dati o informazioni da compilare; è un passaggio molto delicato che incide nella conclusione o meno di un acquisto online.

Come fare per ridurre i carrelli abbandonati?

La piattaforma Storeden è dotata di una serie di template grafici già ottimizzati a livello di checkout per permettere a tutti i merchant di usufruire di una struttura già il più possibile perfezionata per le logiche sopra descritte. Ma attenzione che non tutto è perso! Anche se alcuni utenti per svariate ragioni non concludono l'acquisto, Storeden mette a disposizione la funzione di carrelli abbandonati. Grazie a questa, è possibile monitorare tutti i carrelli abbandonati dai vostri clienti. Potete predisporre un sistema di invio automatico di email dopo un determinato periodo dall'abbandono, sollecitando quindi il cliente a procedere con l’acquisto. Potrete predisporre un’email personalizzata fornendo al vostro cliente un codice sconto per incoraggiarlo a concludere l’acquisto per i prodotti che aveva selezionato. Utilizzate sempre un tono semplice per comunicare con chiarezza.

Per maggiori informazioni sulla gestione dei carrelli abbandonati, visita la guida online.